GUIDA TASSE UNIVERSITARIE – UNIPA

Ecco la guida a cura dell’associazione INTESA UNIVERSITARIA al fine di dare delucidazioni in merito al pagamento delle tasse universitarie, come queste vengono calcolate per ogni studente e quali sono le modalità di pagamento.

Inoltre faremo riferimento alle scadenze entro le quali pagare le tasse, onde evitare una mora.

Si ricorda che i nostri rappresentanti sono a disposizione per ogni tipo di chiarimento. 

Tasse: Composizione del contributo studentesco

Al momento dell’iscrizione all’università, che avviene tramite la specifica pratica di immatricolazione, si è chiamati ad inserire i dati richiesti come ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), composizione del nucleo familiare, corso di studi, anno in cui ci si sta iscrivendo. Da questa pratica si ha la possibilità di decidere di pagare le tasse in un’unica soluzione o in due rate.

il contributo è composto da:

  • Imposta di bollo di € 16,00, assolta in maniera virtuale.
  • Tassa regionale per il diritto allo studio di € 140,00, versata secondo l’importo stabilito dalla Regione Siciliana

Contributo onnicomprensivo annuale, che dipende dal corso di laurea e soprattutto dall’ISEE, in allegato “tabella A”

Tasse: Scadenze pagamenti

La prima rata deve essere pagata:

 a. per l’immatricolazione ai corsi di studio a numero programmato, entro i termini previsti da ciascun bando di concorso per l’accesso;
 b. per l’immatricolazione ai corsi di studio ad accesso libero e per le iscrizioni ad anni successivi al primo, entro il 30 settembre;
 c. per le iscrizioni ai corsi di laurea magistrali biennali ad accesso libero la scadenza della prima rata è fissata al 30 novembre.

Seconda rata da versare entro il 24 dicembre dell’A.A. per il quale si chiede l’iscrizione/immatricolazione.

N.B. Nel caso in cui lo studente non dichiari il proprio ISEE, lo stesso viene temporaneamente collocato, d’ufficio, nella 14° classe contributiva.

Tale posizione contributiva dovrà essere variata, una volta ottenuto l’ISEE-U, da presentare entro il 24 dicembre 2021.

In caso di mancata presentazione entro tale data lo studente sarà collocato in classe massima.

Mancato pagamento entro le scadenze?

Il mancato pagamento entro le scadenze comporta l’aggiunta di una mora che equivale, per il mancato pagamento della prima rata entro il 30 settembre, ad euro 30  (ridotto a euro 15 solo per le fasce dalla 0 alla 5a ) per ogni mese fino ad un massimo di 90; per la seconda rata ad euro 50  (euro 25 per le fasce dalla 0 alla 5a ) per ogni mese fino ad un massimo di 250 euro.
N.B.

  • Gli studenti che hanno presentato domanda di laurea nella sessione straordinaria, avendo sostenuto, al momento della presentazione della domanda almeno l’85% dei crediti previsti, (escludendo i crediti relativi alla prova finale), e non riescano a laurearsi nella predetta sessione, possono iscriversi all’anno corrente pagando il contributo onnicomprensivo dovuto, non gravato da indennità di mora.
  • Gli studenti che si iscrivono, con riserva, ad un Corso di laurea magistrale biennale ad accesso libero, in attesa di conseguire la laurea triennale, possono perfezionare tale iscrizione, dopo la laurea, pagando la seconda rata del contributo onnicomprensivo non gravato da indennità di mora
  • Gli studenti che, per giustificati motivi, richiedano l’autorizzazione a presentare la domanda di partecipazione agli esami di laurea e/o il rinnovo della domanda di laurea, dopo le scadenze previste dal calendario didattico di Ateneo, sono tenuti, in caso di autorizzazione, al pagamento degli importi previsti con una maggiorazione di euro 100,00.

Modalità di pagamento

Il pagamento delle tasse e del contributo onnicomprensivo deve essere effettuato esclusivamente mediante sistema PAgoPA (Pagamenti della Pubblica Amministrazione), secondo quanto previsto dall’Agenzia per l’Italia Digitale, si accede tramite quanto predisposto in modalità informatica da UNIPA, salvo eventuali diversi sistemi di pagamento che l’Ateneo si riserva di comunicare
N.B. 

  • Nel caso di prima immatricolazione si consiglia di procedere con credenziali SPID, se lo studente perfeziona la pratica con SPID non ha la necessità di recarsi presso la segreteria per farsi riconoscere e consegnare documentazione, altrimenti deve consegnare personalmente la stampa della domanda compilata online e l’ulteriore documentazione richiesta ovvero la copia del documento di riconoscimento e la copia del bollettino pagato.
  • Per l’iscrizione ad anni successivi al primo la quietanza di pagamento non dovrà, in alcun caso, essere consegnata alla Segreteria studenti.

Esenzioni tasse e No tax area

 Sono esonerati dal pagamento del contributo onnicomprensivo:

 a) gli studenti, iscritti al primo anno accademico, con ISEE  inferiore o uguale a 25.000,00 euro;
 b) gli studenti iscritti ad anni successivi al primo che soddisfano, congiuntamente, i seguenti requisiti: b1. ISEE è inferiore o uguale a 25.000,00 euro;
 b2. primo anno fuoricorso
b3. – nel caso di iscrizione al secondo anno accademico abbiano conseguito, entro la data del 10 agosto del primo anno, almeno 10 CFU; – nel caso di iscrizione ad anni accademici successivi al secondo abbiano conseguito, nei dodici mesi antecedenti la data del 10 agosto precedente la relativa iscrizione, almeno 25 CFU

Possono avvalersi di un esonero parziale gli studenti il cui ISEE è compreso tra 25.001,00 e 30.000,00, pagando un contributo onnicomprensivo uguale a quanto riportato nella tabella B, purché ricorrano entrambi i requisiti indicati:

  • Iscritti tra secondo anno e primo fuori corso
  • studenti che hanno acquisito entro il 10 agosto almeno 10 CFU, se iscritti al secondo anno; se iscritti ad anni successivi al secondo, bisogna aver acquisito 25 CFU.

Tasse iscritti al secondo anno fuori corso

Per gli studenti  iscritti  ad  un  anno  accademico superiore  alla  durata  normale  del  corso  di  studi, aumentato  di  uno (dal secondo fuori corso in poi)  si  applica,  sul  contributo  onnicomprensivo  dovuto  secondo  la  classe  ISEE  di appartenenza, LA MAGGIORAZIONE DEL 20%. 

Iscrizione a tempo parziale (PART TIME)

Lo status di studente impegnato a tempo parziale può essere chiesto nei tempi e con le modalità previste dallo specifico Regolamento e comporta il pagamento della tassa regionale, del bollo e, in funzione dell’ISEE, del contributo onnicomprensivo di Ateneo, nella misura del 70% per le fasce da 0 a 12 e 90% per le fasce superiori. Alle seguenti categorie di studenti:

  • Studente lavoratore con contratto a tempo determinato e/o indeterminato, della durata minima di un anno a decorrere dall’anno accademico antecedente a quello di immatricolazione o di iscrizione, con un reddito di almeno 6.500 euro fiscalmente dichiarato;
  •  Studentessa madre o studente padre, per i primi tre anni di vita del bambino; 
  • Studenti-Atleti dichiarati tali ai sensi delle delibere del S.A. n. 28 del 15 gennaio 2019 e n. 303/2019 del 7 novembre 2019;

    sarà concesso il pagamento della tassa regionale, del bollo e, in funzione dell’ISEE, del contributo onnicomprensivo di Ateneo, come determinato secondo gli artt. 3 e 4 del presente Regolamento, nella misura del 50%.

Laureandi di Marzo

Gli studenti che si trovano nelle condizioni di laurearsi nella sessione di marzo, non hanno la necessità di pagare il contributo onnicomprensivo per il successivo anno accademico, dovrà semplicemente pagare la tassa di laurea, tramite il proprio portale studenti, pratica “ESAMI DI LAUREA”.
 Nel caso in cui, pur avendo conseguito tutti gli esami, non si ha la possibilità di laurearsi a Marzo, ci si potrà laureare nella prima sessione ordinaria estiva richiedendo successivamente il rimborso della seconda rata. 
Qualora la disponibilità di bilancio non fosse sufficiente a soddisfare il rimborso dell’intera seconda rata per tutte le richieste ricevute dagli aventi diritto nei termini prescritti, la quota da rimborsare verrà calcolata proporzionalmente al rapporto fra la disponibilità di bilancio (nel limite massimo complessivo di euro 100.000 annui) ed il totale degli importi richiesti a rimborso dagli aventi diritto.

Rinuncia agli studi

Lo studente rinunciatario non ha diritto alla restituzione delle somme versate.
Per registrare la rinuncia lo studente deve essere in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi relativi all’ultimo anno in cui risulta iscritto.

Se la pratica di rinuncia agli studi viene compilata entro il   il 24 dicembre lo studente non paga la seconda rata del contributo omnicomprensivo.
N.B.
Spesso la rinuncia agli studi segue all’intento dello studente di volersi iscrivere ad un nuovo corso di laurea (es. Da “scienze biologiche” a “medicina e chirurgia); nel caso in cui si volesse seguire tale procedura al fine di convalidare esami sostenuti nel precedente corso di laurea, la pratica da compilare è “immatricolazione con richiesta di convalida per studenti rinunciatari”.


A cura del Consigliere di Amministrazione, Davide Cino.

Potrebbero interessarti anche: 

INTESA TEST: il corso di preparazione ai Test di Ammissione - UNIPA

INTESA TEST è un corso di preparazione ai Test di Ammissione, performante e TOTALMENTE GRATUITO rivolto a chi vuole prepararsi ai test di Ammissione UNIPA.

Future Matricole UNIPA: Bandi e aggiornamenti

Future Maricole UNIPA, in questa sezione trovate info utili sui bandi e i link per accedere al gruppo dedicato alle Matricole (suddivisi per i Corsi di Laurea).