Con 16 euro l’Università salva i Fuori Corso: “Niente tasse per gli anni precedenti”“

E’ la grande novità compresa all’interno di un pacchetto di provvedimenti. Una formula anticrisi: gli studenti più anziani d’ora in poi saranno aiutati ad arrivare al traguardo della laurea. E cade anche la storica decadenza“.Con 16 euro l’università salva i fuori corso: “Niente tasse per gli anni precedenti”

Quelli che puntano alla laurea, ma poi finiscono per inciampare o per lasciare: pochi esami, costi troppo alti. Perché trovano lavoro o semplicemente scelgono altre vie. Quelli che si tuffano sullo sport a tempo pieno e, fra gare e allenamenti, anche loro poi rinunciano agli studi. Quelli che la famiglia arriva presto e con pancione e bimbi piccoli tenere il ritmo degli esami è dura e i bollettini pesano. Anche – e soprattutto – per questi studenti l’università di Palermo ha scoperto la “flessibilità”. Una nuova formula anticrisi, tra sconti e facilitazioni. Gli storici fuori corso d’ora in poi saranno aiutati ad arrivare al traguardo della laurea. E’ la più grande novità di quest’anno.universita_palermo

Finora coloro i quali “mollavano” la vita universitaria e poi facevano retromarcia, erano scoraggiati dall'”accumulo” delle tasse degli anni precedenti (che dovevano essere pagate per intero). Adesso però cambia tutto. Lo studente “non in regola” con il pagamento e con i contributi delle vecchie stagioni accademiche, compresa la fastidiosa mora, potrà godere di agevolazioni. Chi – almeno da due anni – non dà esami e non paga tasse, potrà infatti riallinearsi molto più facilmente. Ovvero pagando 16 euro di tassa di bollo, più la tassa dell’anno in corso (2014-15). Un pagamento forfettario definito di “ricognizione” per tornare “in pista” invece degli esborsi proibitivi (migliaia di euro) imposti dalle precedenti regole. Il provvedimento riguarda gli studenti del vecchio ordinamento, quelli dell’ordinamento 509 (ovvero il 3+2) e gli studenti del “270” (il 4+1). Verrà considerata come sempre la fascia di reddito. Insomma politiche nuove che serviranno ad accompagnare alla laurea gli studenti più stagionati.

Ma non è finita qua, perché c’è un’altra grande novità (che verrà illustrata domani in conferenza stampa) e che riguarda gli “anzianotti” dell’ateneo. Sarà cancellata infatti la decadenza. Mentre prima chi non pagava le tasse da otto anni veniva considerato decaduto – dopo essere stato “congelato” – adesso l’università regala una scialuppa a chi vuole allungare la propria carriera universitaria. Si punterà al recupero di coloro che si perdono per strada, con alcune agevolazioni che verranno illustrate domani. La decisione è stata presa a luglio e adesso è diventata ufficiale.

 

Fonte: palermotoday.it