Gennaio 28, 2021
Economia

Chiarimenti test d ammissione Economia

Negli ultimi giorni la pubblicazione della graduatoria afferente ai corsi in Economia e Finanza, Economia e Amministrazione Aziendale e Statistica per l’Analisi dei Dati ha creato scompiglio e agitazione tra gli studenti: alla poca chiarezza che ha caratterizzato le procedure di questo come di tanti altri test d’ingresso di UNIPA si sono aggiunte in questo caso le contraddittorie dichiarazione di alcuni gruppi studenteschi in merito a presunte irregolarità nella formulazione delle “classifiche” delle aspiranti matricole.

Crediamo che sia assurdo che in un clima di confusione come quello che la macchina dei test genera tra gli studenti si trovi spazio per infiammare ulteriormente gli animi di chi risulta escluso (a meno di scorrimenti) dalla possibilità di immatricolarsi, uscendo dal cilindro teorie fantasiose che sembrano più essere giustificazioni rispetto ad un’errata interpretazione degli articoli del bando.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza:

Non ci sono assolutamente motivazioni per ritenere questa graduatoria illegittima:

Come recita l’Art. 7 del bando per la partecipazione ai test di Economia e Finanza, Economia e Amministrazione Aziendale e Statistica per l’Analisi dei Dati:

“Le graduatorie, una per ciascun corso di laurea, saranno redatte in funzione del punteggio complessivo ottenuto dai candidati e osservando i seguenti criteri:

 l. qualora il candidato risulti ammesso nel corso indicato come sua prima scelta (priorità 1 ), le rimanenti scelte vengono annullate

 

 2. qualora il candidato risulti ammesso nel corso indicato come sua seconda scelta (priorità 2), la terza scelta viene annullata

 

3. qualora il candidato risulti ammesso nel corso indicato come sua terza scelta (priorità 3), le altre due scelte restano valide.”

Come si può subito notare si individuano due criteri di redazione della graduatoria: il punteggio e la scelta.

I due criteri non sono, però, criteri escludenti, bensì criteri combinati. Ciò vuol dire che la graduatoria andava redatta secondo entrambi i criteri di valutazione sopraindicati. In sostanza: se non sono entrato tra gli idonei all’immatricolazione nel mio corso di prima scelta entro, con il mio punteggio, nelle graduatorie del corso indicato in secondo scelta, e così via.

Secondo quando detto possiamo affermare con certezza, seppur la comunicazione potrà ledere le speranze di diversi studenti, che le graduatorie sono corrette e seguono perfettamente le indicazioni del bando.

Ciò vuol dire che tutti coloro che risultano AMMESSI nelle graduatorie dei singoli corsi di laurea dovranno provvedere ad immatricolarsi nelle date comprese tra il 24 e il 30 Settembre pena l’esclusione dalla graduatoria.

Non vogliamo soffermarci troppo a commentare le posizioni delle associazioni studentesche  che annunciano in questi giorni eventuali azioni nella direzione di una modifica del bando d’accesso in virtù di note contrastanti da parte del Dipartimento. Ci preme soltanto mettere in guardia gli studenti rispetto ad un’azione tanto insensata quanto inconcludente: le graduatorie non sono formulate in contrasto rispetto alle posizioni del bando, la responsabilità sulle procedure dei test e delle graduatorie è in capo alle segreterie d’ateneo e non certo al dipartimento, l’unico documento ufficiale che regolamenta tali procedure è il bando di concorso e nessuna nota prodotta da altri soggetti, non esistono possibilità giuridiche che portino ad una “modifica del bando” che è un documento ufficiale, redatto dall’istituzione universitaria con tutte le responsabilità del caso e in nessun caso modificabile.

Questione ben diversa sarebbe stato il caso in cui le graduatorie non fossero state  formulate secondo le prescrizioni del bando. In quel caso però, vi possiamo assicurare, che avremmo immediatamente impugnato la graduatoria stessa e valutando le conseguenti azioni sul piano legale.

Ci sembra in ogni caso doveroso chiedere scusa a coloro i quali abbiamo dato un’informazione sbagliata durante il test.

Possiamo comunque affermare senza esitazione che i numeri dei partecipanti complessivi (tra i tre corsi) rispetto ai relativi posti, garantirà  scorrimenti lunghi che porteranno, in tempi forse altrettanto lunghi, la quasi totalità dei candidati ad ottenere il diritto all’immatricolazione.

Per qualsiasi informazione sulle procedure di scorrimento o immatricolazione e per qualsiasi segnalazione di irregolarità durante i test potete contattare:

ASEP IntesaUniversitaria Economia

Udu Economia

UnixCento

RUM

Onda Universitaria