Unipa: Concorso pubblico per l’attribuzione di 56 Borse di Studio da fruire per la frequenza di corsi o attività di perfezionamento all’estero

Unipa: Concorso pubblico per l’attribuzione di 56 Borse di Studio da fruire per la frequenza di corsi o attività di perfezionamento all’estero

Art. 1
Oggetto della selezione

E’ indetto presso l’Università degli Studi di Palermo per l’anno 2014 un concorso pubblico, per titoli e colloquio, per l’attribuzione di complessive n. 56 borse di studio, di durata semestrale, non frazionabile, da fruire per la frequenza di corsi o attività di perfezionamento all’estero presso istituzioni estere ed internazionali di livello universitario. L’importo di ciascuna borsa è di € 6.000,00.
Le borse di studio sono ripartite tra le 14 Aree Scientifico Disciplinari stabilite dal CUN secondo la seguente tabella:

Catturaunipa

Art. 2 

Requisiti di ammissione

Per la partecipazione al concorso, pena l’ esclusione, sono richiesti i seguenti requisiti:
1. Essere in possesso della cittadinanza italiana. Sono parificati ai cittadini italiani, ai fini dell’accesso al concorso, i cittadini della Repubblica di San Marino e di Città del Vaticano nonché i cittadini comunitari e i cittadini extracomunitari con regolare permesso di soggiorno purché l’attività di perfezionamento si svolga in Paese diverso da quello di cittadinanza e, comunque, secondo quanto previsto al successivo comma 2;

2. La sede di svolgimento dell’attività relativa alla borsa di studio dovrà essere ubicata fuori dal territorio nazionale italiano;

3. Essere in possesso di laurea conseguita in conformità al D.M. n. 270/2004 o secondo gli ordinamenti didattici vigenti prima dell’entrata in vigore dello stesso o titolo equipollente conseguito all’ estero e riconosciuto ai sensi delle vigenti disposizioni in materia; I candidati della U.E. ed extracomunitari, in possesso di titolo di studio rilasciato da Università straniere per il quale non sia stata precedentemente riconosciuta l’equipollenza a laurea italiana, dovranno, pena l’esclusione, farne espressa richiesta nella domanda di partecipazione al concorso e corredare la domanda stessa dei documenti, legalmente tradotti, previsti dalla
vigente normativa in materia di equipollenza dei titoli di studio conseguiti all’ estero, utili a consentire la dichiarazione di corrispondenza da parte della Commissione giudicatrice. Tale dichiarazione, prodotta dalla Commissione giudicatrice all’ atto della valutazione dei titoli presentati dai candidati, non costituisce equipollenza del titolo di studio ed è utile unicamente all’accesso alle successive fasi concorsuali per l’attribuzione della borsa di studio.
Per i cittadini italiani in possesso di titolo accademico straniero, che non sia riconosciuto corrispondente a una laurea italiana, valgono le stesse disposizioni di cui sopra.

4. Non aver compiuto il 29° anno di età alla data di scadenza del termine utile per la
presentazione della domanda di ammissione;

5. Godimento di un reddito personale complessivo lordo non superiore a € 7.746,85 con riferimento all’anno solare di maggiore fruizione della borsa; alla determinazione del reddito in oggetto concorrono redditi di origine patrimoniale, nonché emolumenti di qualsiasi altra natura aventi carattere ricorrente con esclusione di quelli aventi natura occasionale. I dipendenti pubblici sono esonerati dalla dichiarazione relativa al reddito. Dovranno tuttavia dichiarare di impegnarsi a chiedere il collocamento in congedo straordinario, per motivi di studio, senza assegni, per il periodo di godimento della borsa.

6. Non aver usufruito di altra borsa di studio al medesimo titolo conferita;

7. Il candidato deve, inoltre, documentare un impegno formale di attività di
perfezionamento presso Istituzioni estere od internazionali all’estero di livello universitario.

PER CONSULTARE IL BANDO NELLA SUA INTEREZZA CLICCA 

>>> QUI <<<