Palermo: tornano le targhe alterne, regole e percorsi

Foto a pagina intera

E’ tutto pronto. Si parte con le targhe alterne.

Il provvedimento sarà valido dal lunedì al venerdì e riguarda i veicoli con motorizzazione Euro 0,1,2,3.

Le targhe alterne saranno valide dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 20,00 mentre sabato e domenica la circolazione sarà libera. I trasgressori, avranno sanzioni pari a 163 euro. Occhio dunque al calendario!
Nei giorni pari potranno circolare i mezzi che hanno l’ultimo numero della targa pari, nei giorni dispari i mezzi che hanno l’ultimo numero della targa dispari. Dalle 13,00 alle 15,00 e dalle 20,00 alle 9,00 potranno circolare tutti, pari e dispari.

L’area interessata va dalla Circonvallazione a via Messina Marine, con dei “corridoi” liberi: si tratta di viale Regione Siciliana, (in viale Regione siciliana si può circolare liberamente) compresa la laterale lato monte, tutte le strade a monte della circonvallazione, gli accessi  per i parcheggi Giotto, Emiri, Francia, Basile.
Libere le strade che collegano il porto alle autostrade.
Per raggiungere la A19, l’autostrada che va verso Messina e Catania potremmo percorrere, uscendo dal porto, via Crispi, via Cala, Foro Umberto I, via Messina Marine, via Galletti, via Pomara, ingresso autostradale di Villabate (e viceversa). Per raggiungere la A29, l’autostrada che va verso Trapani, potremmo percorrere invece la via Crispi, la via Colombo, piazza Ucciardone, via Montepellegrino, via Rabin, via Martin Luther King, via Imperatore Federico, piazza Don Bosco, piazza Leoni, viale del Fante, via Cassarà, via De Gasperi, via Ausonia, via Praga, via Belgio (e viceversa).

Non devono rispettare l’ordinanza i veicoli a gpl, a metano, ibridi ed elettrici e quelli con motorizzazione da Euro 4 in su, oltre che mezzi medici e delle forze dell’ordine.  Liberi sabato e  domenica.

Libera circolazione anche per i mezzi del trasporto pubblico, quelli che servono al trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e le auto con disabile a bordo (solo se dotate del contrassegno).

Sono esenti biciclette, motoveicoli e ciclomotori calatizzati

Escluse dal provvedimento  Mondello e Sferracavallo

Ecco la Mappa:

Foto a pagina intera

Fonte: palermoviva.it