Medicina: le proposte da portare in consiglio di scuola

Giorno 4 Luglio alla presenza dei rappresentanti degli studenti in corso di laurea di medicina e chirurgia e di Angelo Casano rappresentante degli studenti della scuola di medicina, del professore Gallina e delle dott.sse Calafiore e Occhipinti, si è tenuto un incontro preliminare per l’approvazione del calendario didattico della scuola di medicina e chirurgia per l’anno 2017-2018.

 

“Penso- dichiara Angelo Casano a margine dell’incontro- che la quadra sia stata trovata per venire incontro all’intera comunità studentesca. Una maggiore distribuzione degli appelli durante l’anno mantenendoci sempre entro gli 8 appelli stabiliti dal Senato Accademico. I laureandi in più potranno usufruire di un ulteriore appello nel mese di Novembre insieme agli studenti part-time e fuori corso, così da avviarsi al completamento del percorso universitario in serenità in vista della sessione di laurea di Marzo.

Abolita anche la sospensione delle lezioni di Novembre così da permettere di concludere le lezioni didattiche entro dicembre lasciando una finestra libera negli ultimi giorni del mese da destinare ad un ulteriore appello. Le prove in itinere secondo le disponibilità dei docenti potranno comunque essere svolte”

 

Queste le proposte concordate insieme al coordinatore Gallina e gli altri rappresentanti da portare in consiglio di scuola giorno 6 Luglio.

 

I rappresentanti propongono:

 

➡Posticipo delle date di laurea di marzo 2018 per il corso di medicina e chirurgia da 6-8 marzo a 14-16 marzo 2018;

 

➡Inizio lezioni Medicina, primo anno 23/10 e per le lezioni degli anni successivi al primo al 25/09;

 

➡Abolire la pausa didattica di novembre e mantenere gli appelli per FC, PT, sesto anno 16/17;

 

➡ Anticipo di 15 giorni un esame del primo gennaio delle materie del secondo semestre all’ultima settimana di dicembre;

 

➡Anticipare di 15 giorni gli esami delle materie del sesto anno dalla sessione di aprile all’ultima settimana di marzo. Inoltre i colleghi Giovanni Mulè e Barbara Simone propongono altresì di anticipare di 15 giorni gli esami delle materie del sesto anno dal primo appello della sessione estiva all’ultima settimana di maggio. In questa maniera gli studenti del sesto anno potranno svolgere a marzo e maggio materie del sesto anno. Ad aprile e per il primo appello di giugno gli studenti del sesto anno potranno svolgere esami degli anni precedenti;

 

➡Allungare la sessione estiva che inizia l’11 giugno e termina il 13 luglio 2018;