Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno avuto bisogno di mostrare nulla , se non la loro intelligenza

8 marzo: giornata internazionale della donna

9 marzo: giornata internazionale della donna

10 marzo: giornata internazionale della donna

11 marzo: marzo: giornata internazionale della donna

12 marzo: giornata internazionale della donna […]

Non è un giorno, ma ogni giorno si festeggia la DONNA.

donne

E noi di Intesa Donne vogliamo citare alcune donne che hanno cambiato e cambiano il mondo:

Per le studentesse di Farmacia: Marie Curie è sicuramente una delle personalità scientifiche più importanti della prima metà del XX secolo. La sua figura ha numerose caratteristiche che la distinguono dagli altri illustri scienziati: innanzitutto è una DONNA, ma anche per aver dimostrato la forza nel crederci e nel farsi riconoscere ,in tempi dove la donna non poteva emergere in campo scientifico. Marie Curie non solo ha, all’interno della storia della scienza il privilegio di essere la più conosciuta come donna e come scienziata di tutti i tempi, ma è anche l’unica donna ad aver ricevuto ben due premi nobel nel corso della sua carriera, ma ancor piu importante è di averli vinti entrambi in due discipline differenti, ovvero Fisica e Chimica. Bequerel, illustre scienziato, nel 1896, scoprì la teoria sulla reattività. Marie Curie partì proprio da questa ricerca, riprendendo gli esperimenti già effettuati da Bequerel. Dopo due anni di duro lavoro ottenne un campione che conteneva un nuovo elemento radioattivo; così, nel 1898, annunciò la scoperta del Polonio. Morì all’età di 67 anni a causa di una grave anemia aplastica. Marie Curie rappresenta l’emblema che ogni donna può fare scienza, la sua genialità e il suo operato abbatte ogni pregiudizio.

Per le studentesse di Economia: Monica Mandelli, definita la nostra connazionale più influente a Wall Street. Questa donna è Managing Director della divisione di Investment Banking e capo del Global Family Office Coverage Investment Banking di Goldman Sachs. Le famiglie più affluenti del mondo affidano il proprio patrimonio al suo team formato da 20 giovani. Ma che cosa vuol dire essere una donna manager nell’alta finanza americana? Per la Mandelli è una situazione normale – spiega -, poco fa per esempio ero impegnata in una riunione di soli uomini, ma soltanto adesso facevo caso, ero parte del gruppo, indipendentemente dal genere”. Non è sempre stato così. “In passato – racconta – mi è capitato di salire in business in aereo e di incrociare uomini che mi consegnavano la giacca convinti che fossi la hostess, o di trovarmi, all’inizio di un meeting di lavoro, con colleghi che mi chiedevano il caffè scambiandomi per la segretaria. Ma questo non deve far pensare che far carriera per una donna sia impossibile. Io, infatti, sono riuscita a investire sul mio lavoro e ad avere tre figli. Le donne che occupano ruoli di vertice in finanza, però, sono ancora poche. “Per questo sono a capo del network mondiale delle donne di Goldman Sachs, che ha lo scopo di attrarre e promuovere le donne nella banca”.

Per le studentesse di Medicina: Rita Levi Montalcini nacque a Torino nel 1909. Laureatasi in Medicina e Chirurgia, si specializzò in Neurologia. Le sue ricerche nel campo della neurobiologia la portarono alla scoperta e all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa o NGF. Per questa scoperta ha ricevuto il premio Nobel per la Medicina nel 1986. È stata socia fondatrice di IDIS-Città delle Donne, socia dell’accademia dei Lincei, prima donna a far parte della Pontificia Accademia delle Scienze. Nel 2001, per gli altissimi meriti nel campo scientifico e sociale e per il lustro dato alla patria è stata nominata Senatrice a vita. Si è spenta a Roma nel Dicembre 2012 all’età di 103 anni. Per sua scelta decise di non costruire una famiglia, ma di dedicare la sua esistenza tutta alla professione. Nata in un periodo in cui era inusuale vedere una donna medico, ancora oggi è ricordata come una delle menti più brillanti del XX secolo. Il mondo delle Donne è orgoglioso e grato per l’emancipazione che, grazie al suo esempio,ha ottenuto.

Per le studentesse di Giurisprudenza: Tina Lagostena Bassi, “l’avvocato delle donne” per il forte impegno profuso in difesa dei diritti femminili, ha patrocinato in numerosi processi con reati di abuso e stupro combattendo con grande perizia giuridica; si è battuta affinché il reato di stupro e gli abusi sulle donne fossero ascritti nel codice penale italiano tra i reati contro la persona e non più contro la morale.

Per le studentesse di Psicologia: Maria Montessori, è stata una pedagogista, filosofa, medico, scienziata, educatrice e volontaria, nota per il metodo che prende il suo nome, usato in migliaia di scuole materne, elementari, medie e superiori in tutto il mondo. Maria si dedica con passione e metodo alla ricerca in laboratorio. Oltre ai corsi di batteriologia e microscopia segue il corso di ingegneria sperimentale. Studia anche pediatria , le malattie delle donne.  Proprio la partecipazione a numerosi convegni pedagogici, in varie città europee, le permetterà di entrare in contatto con la scuola di Itard e Seguin e di apprendere i loro metodi sperimentali di rieducazione dei minorati mentali. Contribuisce con il suo impegno all’emancipazione femminile. Partecipa al Congresso Femminile di Berlino nel 1896 in veste di rappresentante dell’Italia. È rimasto famoso un suo intervento in tale sede sul diritto alla parità salariale tra donne e uomini. Partecipa anche al successivo Congresso Femminile di Londra. Maria Montessori muore il 6 maggio 1952 nella città di Noordwijk, nei Paesi Bassi, dove si era trasferita. Sulla sua tomba si legge, in italiano: Io prego i cari bambini, che possono tutto, di unirsi a me per la costruzione della pace negli uomini e nel mondo.

A Cura di Enza Catania

Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Oggi noi ringraziamo i ragazzi di Intesa Universitaria che ci spronano e che ci fanno sentire importanti ogni giorno. Rispettandoci senza mai considerarci il “sesso debole”.

 

Più che Auguri io vi direi GRAZIE. Grazie ogni giorno per essere nonne,madri, mogli, figlie, sorelle, amiche, compagne. Grazie per essere origine e motore della vita. Ogni giorno.                                                                                                                                                                                                                                                                    MarioCastronovo

Mia madre accolse mio padre nella sua vita e poi ci fu io. Mio padre mi indicò la strada e mia madre me ne spiegó il significato, mi accarezzó il viso e mi insegnò il rispetto alla vita. Complimenti Donne.                                                                                                                                                                                                        Tommaso Mancuso.

Baricentro dell’Universo, porta della Vita, telaio di Emozioni. Auguri Donne                                                                                                                     Pierfrancesco Sinacori.

Le Donne custodiscono nel proprio cuore dolcezza e attenzioni. A noi il compito di custodire questo grande tesoro di inestimabile valore.           Giorgio Mancuso

Auguri alle Donne che tremano di paura ma trovano il coraggio di affrontare tutto. Auguri a quelle donne che rispettano il proprio corpo e che lasciano il segno con uno sguardo. Auguri alle vere Donne                                                 Fabio Toscano

Finchè ci saranno usi e civiltà che permetteranno di offendere e di abusare delle donne, non si potrà mai considerare questa giornata come una festa.                                                                                                                                               Simone Ferrarella

Croce e delizia della mia esistenza, senza di voi perdo l’essenza                                                                                                                                                    Ignazio Restivo

Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima e che valgano più di mille parole . Soprattutto quelli di una donna. Amala ed essi brilleranno                                                                                                                                                                 Andrea Di Franco

Oggi 8 MARZO un giorno commemorativo per le DONNE….ma ricordatevi che la vostra festa è e dovrebbe essere ogni giorno…RISPETTATE, AMATE, FESTEGGIATE, ADORATE 365 giorni l’anno…AUGURI DONNE…auguri a VOI che siete l’essenza della VITA.                                                                                           Stefano Mistretta

Che dire oggi non è la festa della donna ma la ricorrenza di un avvenimento avvenuto tanto tempo fa e da quel momento in poi le donne vengono festeggiate. Ma secondo me c’è poco da festeggiare.. è una commemorazione. Detto questo a voi donne posso dire: donne, ne esistono di vario tipo, ci sono le donne semplici quelle che con un sorriso riempiono un cuore, e quelle più complesse che neanche il più grande psicologo riesce ad interpretare. Ma tutte hanno uno stesso denominatore… Le donne sono AMORE. Amano quando sorridono, amano quando piangono, quando cucinano e persino quando pensano. Sono la fonte dell’amore sin dai tempi in cui sono state create. Quindi noi uomini dobbiamo solo dirvi grazie… Grazie all’amore che mettete in ogni cosa ed in ogni dove!                                                                       Dario Sucameli

Il migliore augurio che si possa fare ad una donna è il rispetto di tutti i giorni.                                                                                                                                   Salvatore Casalicchio

La donna è la rappresentazione concreta e bella della vita…in fondo viviamo nella continua ricerca della felicità e la ritroviamo concretamente nella figura della donna…insomma ci completa…basti pensare alla figura della nonna, della mamma, dell’amica, della ragazza e della moglie…è sempre una donna che accompagna e completa la vita di un uomo.                                                                   Salvo Calia

Donne, l’altra metà del cielo!                                                         Roberto Perricone

Per coloro che ci danno la forza di andare sempre avanti. Auguri donne.                                                                                                                                          Vincenzo Caronna

La donna, la rovina e la gioia di ogni uomo. Auguri Donne!                                                                                                                                                                      Giuseppe Mauro

Quando mi domandano cos’è la vita rispondo che essa è la donna. E’ lecito il connubio DONNA-VITA, è da lei che tutti noi siamo nati, perciò oggi più che mai, merita il posto nel gradino più alto del podio. Auguri donne.                                                                                                                                                                                      Vincenzo Parla