Laureandi della sessione straordinaria A.A. 2019/2020

Intesa Universitaria presenta il secondo appuntamento della rubrica #UnipaChiama #IntesaRisponde.

Oggi parleremo di tutto ciò che concerne i laureandi della sessione straordinaria A.A. 2019/2020.

Quando va presentata la domanda di laurea?

Per i laureandi di marzo, la domanda di laurea va presentata dal 1 gennaio al 20 gennaio 2021.

Quando si svolgerà la Sessione di Laurea?

Per i laureandi di Marzo la sessione di laurea si svolgerà dal 8 marzo al 19 marzo 2021.

Fino a quando è possibile sostenere gli esami di profitto?

Per chi risulta avere tesi/elaborato breve, é possibile sostenere gli esami di profitto fino a 10 giorni (giorni solari) prima dell’inizio della sessione di laurea.
Nella sessione Straordinaria è dunque possibile sostenere gli esami fino al giorno ultimo di sessione, previsto il 26 febbraio 2021.

Per chi risulta avere prova finale, è possibile sostenere gli esami di profitto fino al giorno antecedente alla calendarizzazione della detta prova.

La prova finale per i corsi di laurea triennali è prevista nel periodo compreso, secondo calendario didattico, tra il 22 febbraio 2021 e il 26 febbraio 2021.

Entro quanto devo caricare la tesi? Entro quanto viene validata?

Il caricamento e la validazione della tesi di laurea devono essere effettuati non più tardi di 15 giorni solari dall’inizio degli esami di laurea.

Se non riesco a laurearmi nella sessione straordinaria, come regolarizzo la mia iscrizione? Devo pagare le indennità di mora?

Occorre avviare la pratica di iscrizione sul portale degli studenti.

Secondo quanto previsto da regolamento in materia di contribuzione studentesca (A.A. 2020/2021), gli studenti che hanno presentato domanda di laurea nella sessione straordinaria e che, al momento della presentazione della domanda, hanno conseguito l’85% dei crediti previsti, (escludendo i crediti relativi alla prova finale), e che non riescono a laurearsi nella predetta sessione possono iscriversi all’anno corrente pagando il contributo onnicomprensivo dovuto, non gravato di indennità di mora.

Dunque, nel caso in cui lo studente non riesce a laurearsi nella sessione straordinaria A.A. 19/20, i requisiti per l’esonero del pagamento della mora sul contributo onnicomprensivo sono:

-Aver presentato domanda di laurea nella sessione straordinaria (1-20 gennaio 2021)
-Aver conseguito l’85% dei crediti previsti al momento di presentazione della domanda (escludendo i crediti relativi alla prova finale).
L’85% va calcolato su (numero cfu totali corso di laurea meno crediti prova finale)

In caso contrario, si verrà sottoposti al pagamento del contributo onnicomprensivo gravato di indennità di mora.

Se non riesco a laurearmi a Marzo, ma riesco a laurearmi nella sessione estiva 2020/2021, posso richiedere il rimborso della seconda rata?

Gli studenti che hanno sostenuto nell’A.A precedente, tutti gli esami previsti nel loro piano di studi o devono al più sostenere o ottenere la convalida di un solo insegnamento nell’A.A. in corso potranno richiedere il rimborso della seconda rata del contributo onnicomprensivo.

Il Rimborso verrà garantito nelle disponibilità previste dal bilancio di previsione, e comunque entro il limite massimo complessivo di 100.000€ annui.

Qualora la disponibilità in bilancio di Ateneo non sia sufficiente a soddisfare il rimborso dell’intera seconda rata per tutti gli studenti richiedenti e aventi diritto, l’Università degli Studi di Palermo calcolerà la quota da rimborsare con metodo proporzionale, facendo riferimento al rapporto fra disponibilità in bilancio e il totale degli importi richiesti dagli aventi diritto.

Domanda di laurea e tassa di laurea, vanno presentate allo stesso momento?

Il pagamento della tassa di laurea è l’ultimo step per ultimare la pratica domanda di laurea sul portale.
Sarà possibile avviare la pratica sul portale dal 1 gennaio 2021 al 20 gennaio 2021.

I nostri rappresentanti rimangono a disposizione per qualsiasi delucidazione!