#IntesaScienceNews: Vaccino da virus vivi geneticamente modificati

Un gruppo di ricercatori mette a punto un vaccino contro il virus dell’influenza, convertendo virus letali in virus vivi non virulenti contenuti nel vaccino stesso. Una rivoluzione nel mondo dei vaccini.

Si tratta di una recente ed importante scoperta effettuata dal Longlong Si e dal sul team dell’Università di Pechino, pubblicata sulla rivista Science.

È noto che i vaccini agiscono inducendo il sistema immunitario a reagire contro la sostanza estranea che contengo, attivando solo alcune delle linee di difesa del suddetto; soltanto i vaccini a base di virus vivi riescono a mobilitare il sistema immunitario nella sua interezza. Questi richiedono la selezione di ceppi virali meno virulenti e dotati di una capacità di replicazione ridotta, per cui questa procedura risulta lenta e poco adatta a virus che hanno un’elevata velocità di modifica della loro struttura superficiale, come quello dell’influenza.

La strategia seguita da Longlong Si consiste nell’ampliare il codice genetico del virus dell’influenza A, rendendolo capace di riprodursi solo in presenza di un particolare amminoacido non naturale, NAEK, un derivato della lisina.

Questa nuova scoperta è stata già testata con successo su topi e furetti.

Longlong Si, il suo team di ricerca e noi tutti auspichiamo che questo rappresenti un primordio per un approccio generale ai vaccini, poiché essi stessi sottolineano come questa strategia può essere adattabile a quasi tutti i tipi di virus, a condizione che il loro genoma sia conosciuto e manipolabile e che il virus sia riproducibile in una coltura cellulare, e come tale vaccino sia efficace e sicuro, dato che mobilita tutte le difese immunitarie e può riprodursi nelle cellule dell’organismo non trovando l’amminoacido di cui ha bisogno.

 

Articolo a cura di Agnese Leonardi

 Vi aspettiamo al prossimo articolo ….

 

Per saperne di più: LeScienze.it