Gennaio 23, 2021
Slide

In attesa dell’uscita del Bando Erasmus, Cos’è il programma Erasmus???

In attesa dell’ uscita dal Bando Erasmus 2015/16, approfondiamo un attimino cos’è il programma Erasmus, ma soprattutto quali saranno i passi più importanti da dover svolgere?

 

COS’È IL PROGRAMMA ERASMUS+

Il Programma Erasmus+ è il principale strumento della UE nel settore dell’istruzione e formazione universitaria.Agli studenti delle università europee è data l’ opportunità di trascorrere un periodo di studio, la cui durata sia di almeno 3 mesi e non superiore a 12 mesi, presso le università partner con le quali siano stati sottoscritti accordi interistituzionali.

L’Università degli Studi di Palermo ha aderito al Programma d’azione comunitaria nel campo dell’apprendimento permanente o Lifelong Learning Programme (LLP) e ha adottato un proprio Regolamento per la disciplina del Programma comunitario LLP/Erasmus e per il riconoscimento dei periodi di studio all’estero (Visiting students).

 

COME PARTECIPARE AL PROGRAMMA ERASMUS+

Lo studente interessato a partecipare al programma di scambio deve seguire la procedura del Bando Erasmus+ mobilità per studio che è pubblicato ogni anno sul sito dell’Area ricerca e sviluppo – UOA Politiche di internazionalizzazione per la mobilità.

Dopo aver superato la selezione, lo studente vincitore del posto di mobilità deve attenersi alle regole chiaramente espresse all’interno delle Fasi della Mobilità.

 

images (1)LE FASI DELLA MOBILITÀ

Il principale documento che sintetizza l’attività degli studenti all’estero è il Learning Agreement. Il documento scandisce, in una sequenza ben coordinata, gli adempimenti relativi alle tre fasi, evidenziando in ciascuna di esse l’impegno comune delle tre parti coinvolte (l’università di appartenenza, l’università ospitante e lo studente) e sottolineando le responsabilità accademiche per la preparazione, lo svolgimento ed il riconoscimento del periodo di studio all’estero.

Prima della partenza lo studente, con l’aiuto del responsabile accademico, il docente coordinatore dell’accordo interistituzionale, elabora il piano di studio (Learning agreement for studies) da svolgere all’estero sulla base delle informazioni fornite dall’università ospitante. Il coordinatore dell’accordo insieme al Coordinatore del Corso di Studio si impegnano preventivamente, a nome del Corso di Studio, al pieno riconoscimento delle materie previste dal learning agreement. Tale documento va dunque preparato con la massima precisione possibile.

Dopo l’arrivo presso l’università ospitante, lo studente dovrà completare la sua registrazione presso quella università.
Lo studente può, in via eccezionale e per motivi ben definiti (quali la cancellazione di un’attività formativa prevista, un’incompatibilità di orario o l’estensione del periodo di studio all’estero), chiedere una modifica del piano concordato (Changes to the original learning agreement). Tali modifiche devono essere concordate con il coordinatore dell’accordo e formalmente approvate dal responsabile dell’università ospitante e dal Coordinatore del Corso di Studio di appartenenza.

Dopo la conclusione del periodo di studio all’estero, lo studente dovrà consegnare il certificato di studi compiuti (transcript of records) all’università di appartenenza. Se tutte le attività formative previste nel Learning Agreement sono state completate con successo, l’Università di appartenenza effettuerà le procedure di riconoscimento. Nel caso in cui non tutte le attività fossero state superate, il coordinatore del programma assieme al coordinatore del corso di studio dovrà rimodulare il riconoscimento in maniera adeguata.

 

imagesLINEE GUIDA E INDICAZIONI OPERATIVE

Prima della partenza

Il Learning agreement deve includere tutte le attività formative che saranno seguite dallo studente presso l’Università ospitante (Tabella A) e deve contenere le attività formative che saranno ritenute convalidabili dall’Università di appartenenza dello studente dopo il completamento del programma di studio all’estero (Tabella B). Righe aggiuntive possono essere aggiunte, se necessario, alle Tabelle A e B.

È utile ricordare che non è richiesta alcuna corrispondenza “uno a uno” tra i corsi seguiti all’estero e quelli presenti nel proprio piano di studio. È necessario invece che le attività formative da svolgere all’estero sostituiscano le attività formative previste dal proprio piano di studio, per un totale di crediti equivalente.

Un anno accademico di studio a tempo pieno è normalmente costituito da attività formative per un totale di 60 ETCS crediti. Si raccomanda che per periodi di mobilità di durata inferiore a un anno accademico le attività formative individuate devono equivalere ad un numero approssimativamente proporzionale di crediti.

Dopo aver concordato il learning agreement con il coordinatore dell’accordo, lo studente dovrà consegnare il learning agreement presso l’ufficio Erasmus della Scuola di Scienze Umane e del Patrimonio Culturale sito al 1° piano della Palazzina Wurth (Dott.ssa Gabriella Turano). Potranno essere consegnati solo i learning agreement già firmati dallo studente e dal Departmental Coordinator of the Interistituzional Agreement (docente coordinatore dell’accordo erasmus).

I coordinatori dei Corsi di Studio, individuati come Responsible person in the sending institution, dovranno firmare i learning agreements per presa visione e approvazione del piano concordato. I learning agreements firmati saranno restituiti agli studenti.

Gli studenti in possesso del learning agreement originale interamente firmato potranno firmare il contratto Erasmus presso l’ufficio di Internazionalizzazione per la Mobilità sito in Piazza Marina, 61 Palermo.

 

Dopo l’arrivo nell’università ospitante

Le modifiche al learning agreement devono essere concordate da studente, coordinatore dell’accordo, coordinatore del Corso di Studio e Respondible person dell’Università ospitante entro 6 settimane dall’inizio del semestre presso l’università ospitante.

I cambiamenti al programma di studio devono essere elencati nella tabella C. Se le correzioni apportate nella tabella C modificano le attività formative presenti nella tabella B del learning agreement, sarà necessario inserire una Tabella D che riassuma le attività formative oggetto di convalida.

Righe e colonne possono essere aggiunte per le tabelle C e D.

 

Esempio Tabella D:

erasmus222

Il change to original learning agreement deve essere firmato dallo studente e dai responsabili dell’università di appartenenza e ospitante. Non è necessario che le firme siano originali, sono sufficienti le firme digitali.

Lo studente dovrà inviare via mail alla Dott.ssa Gabriella Turano (gabriella.turano@unipa.it) il change to the original learning agreement. Potranno essere tenuti in considerazione, per successiva approvazione da parte del Coordinatore del Corso di Studio, solo i documenti firmati dallo studente e dal Departmental Coordinator of the Interistituzional Agreement (docente coordinatore dell’accordo erasmus).

I coordinatori dei Corsi di Studio, individuati come Responsible person in the sending institution, dovranno firmare i change to the original learning agreements per presa visione e approvazione delle modifiche in piano concordate. Gli studenti riceveranno a mezzo mail la scansione dei learning agreements change interamente compilati e firmati.

 

In prossimità della conclusione del periodo di studio all’estero lo studente deve richiedere all’Ufficio per la mobilità ospitante un attestato di frequenza dal quale si evinca la data di arrivo e di partenza. Per definizione, la data di inizio del periodo di studi è individuata nel primo giorno in cui lo studente ha preso parte alle attività dell’Università ospitante (Es: prima lezione, welcome day, etc.). La data di fine del periodo di studio è individuata nell’ultimo giorno in cui lo studente ha partecipato ad attività dell’Università ospitante (Es: data ultima lezione o ultimo esame).

Lo studente deve richiedere inoltre al docente coordinatore dell’università ospitante, o al locale ufficio competente, la trascrizione ufficiale dei risultati (transcript of records), Tabella E del learning agreement, da cui si evincano i crediti ottenuti ed i risultati raggiunti. Qualora non fosse possibile il rilascio del Transcript of records in tempi utili, gli attestati dovranno essere spediti all’Ufficio Politiche di internazionalizzazione per la mobilità dell’Università degli Studi di Palermo sito in Piazza Marina, 61.

 

Dopo la conclusione del periodo di studio all’estero

Lo studente, tornato nell’università di Palermo e in possesso del transcript of records (Tabella E) dovrà far compilare la TABELLA F al coordinatore dell’accordo Erasmus e dovrà poi consegnare il transcript of records (Tabella E e Tabella F) alla Dott.ssa Gabriella Turano presso la Scuola di Scienze Umane e del Patrimonio Culturale.

 

In attesa dell’uscita del Bando Erasmus seguiteci sulla nostra >>Pagina FB<<