Category Archives: infermieristica

Sì alle Navette in Viale delle Scienze!

Sì alle Navette in Viale delle Scienze e No al Parcheggio a Pagamento!

Nella seduta del Cda del 12 giugno viene approvata la richiesta formulata dalla nostra rappresentante, in Consiglio di Amministrazione, Adele Nevinia Pumilia in merito ad un Servizio di Navette all’interno della Cittadella Universitaria.

Un’altra vittoria targata Intesa Universitaria, che chiude anche un capitolo poco felice di questo Ateneo : il Parcheggio a Pagamento. Dopo circa 10 anni finalmente il passo avanti che ci aspettavamo date le numerose segnalazioni, articoli e assemblee in cui continuavamo a ribadire: NO AL PARCHEGGIO A PAGAMENTO!

Dopo la richiesta pervenuta dai Rappresentanti di Intesa Universitaria negli Organi di Governance per realizzare un Servizio di Navette all’interno della Cittadella Universitaria GRATUITO, arriva il Sì!

Grazie a ciò si sta realizzando un Programma di esercizio di trasporto pubblico che preveda numero 2 BUS NAVETTA GRATUITI all’interno del Campus . Il  SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO  sarà così articolato:

-dal #lunedì al #venerdì, in corrispondenza degli orari della Metro Palazzo d’Orleans, la linea prevederà il seguente itinerario:

  • Edificio 4 (capolinea), Via delle Scienze, Edificio 8-Ingegneria, Via delle Scienze, Edificio 9, Edificio 12, Via delle Scienze, Edificio 18, ritorno da Via delle Scienze fino ad Edificio 4
  • sono presenti dunque n. 11 fermate:
  1. Edificio 4 / Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali (capolinea)
  2. Edificio 6 / Chimica
  3. Edificio 8 / Ingegneria
  4. Edificio 9 / Energia
  5. Edificio 12 / Scienze Umanistiche
  6. Edificio 16
  7. Edificio 17
  8. Edificio 18
  9. Edificio 14 / Architettura
  10. Polo Didattico
  11. Edificio 6 / Chimica

13 Aprile 2019: approvato il nuovo Codice deontologico degli infermieri

13 Aprile 2019, giornata storica per la professione infermieristica. Viene approvato il nuovo Codice Deontologico delle Professioni Infermieristiche dal Consiglio Nazionale FNOPI.


Vi riportiamo le parti più importanti dell’articolo rilasciato ieri dal sito ufficiale della FNOPI – Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche.

Il Codice deontologico degli infermieri non è una semplice enunciazione di regole: è il vero e proprio vademecum della professione, come questa deve svolgersi, come deve affrontare e risolvere i problemi, come deve rapportarsi con i pazienti, i colleghi, le istituzioni, le altre professioni. Come la professione sia a fianco di chi soffre e ha bisogno di assistenza e sia divisa dalla politica.

E dopo dieci anni dalla versione del 2009, si rinnova integrato con tutto ciò che riguarda leggi, regolamenti, situazioni che si sono succedute negli anni e, soprattutto, nuove responsabilità nel passaggio da Collegi a Ordini, ora enti sussidiari dello Stato con la modifica di ruoli, responsabilità e capacità di intervento.

[…]

Tra i compiti, il Codice prevede l’educazione sanitaria per i cittadini e la promozione per loro di stili di vita sani, la ricerca e la sperimentazione, ma anche, per gli infermieri, gli obblighi di formazione e di educazione continua, argomento questo che per la prima volta entra a pieno titolo in un Codice deontologico.

L’infermiere è garante che la persona assistita non sia mai lasciata in abbandono, se rileva privazioni o maltrattamenti li segnala all’autorità competente e si attiva perché ci sia un rapido intervento. […]

Non manca il riferimento alla comunicazione: l’Infermiere, anche attraverso mezzi informatici e social media, si comporta con decoro, correttezza, rispetto, trasparenza e veridicità; tutela la riservatezza delle persone e degli assistiti ponendo particolare attenzione nel pubblicare dati e immagini che possano ledere i singoli, le istituzioni, il decoro e l’immagine della professione.

Stabilite anche le regole deontologiche della libera professione. Ad esempio, il “contratto di cura” in cui si prevede che l’Infermiere, con trasparenza, correttezza e nel rispetto delle norme vigenti, stipula con la persona assistita apposito contratto di cura che evidenzi l’adeguata e appropriata presa in carico dei bisogni assistenziali, quanto espresso dalla persona in termini di assenso/dissenso informato rispetto a quanto proposto, gli elementi espliciti di tutela dei dati personali e gli elementi economici.

Nelle disposizioni finali, poi, il nuovo Codice raggruppa una serie di regole per il decoro della professione e il rispetto delle norme fino a chiarire nero su bianco che le norme deontologiche contenute nel Codice sono vincolanti per tutti gli iscritti agli Ordini e la loro inosservanza è sanzionata dall’Ordine professionale tenendo conto della volontarietà della condotta, della gravità e della eventuale reiterazione della stessa, in contrasto con il decoro e la dignità professionale.

Clicca QUI per scaricare il testo definitivo Codice Deontologico degli Ordini delle Professioni Infermieristiche 2019

Fonte: http://www.fnopi.it/attualita/il-consiglio-nazionale-fnopi-approva-il-nuovo-codice-deontologico-degli-infermieri-id2629.htm